Villa Malaparte, Capri.

30 Dicembre 2019 Lascia il tuo commento

Si deve pagare una scelta con la successiva. Si deve vivere. Vedi la terrazza sul mare? Volevo esprimere le manifestazioni di una architettura originale: esposta e protesa. Da quassù ti illustro, con ampi gesti delle braccia, il fondale di passione da cui le sirene mi parlano. Il coro che mi impedisce di manifestare false sicurezze. Sono, di conseguenza, un uomo senza aree troppo confortevoli. Bisogna amarmi come mi accade di essere: nervoso per sensibilità alla vita. Che vado rivoltando l’amore in un gesto rivoluzionario di rifiuto contro gli abbandoni.

‘…fate voi, del mondo, ciò che vi pare. Io, per parte mia, saprò inventarmela, la libertà…’ penso solitario pieno di ‘fame’ d’amore. 

(Mi passano queste cose per la mente  insieme al dubbio fondato che si tratti di ingannevole presunzione)


Tag:

Categoria:

vincere contro il demiurgo
un alfabeto di miele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.