tutt’altro che una guarigione

14 Aprile 2020 Lascia il tuo commento

Un amore è troppe cose.

La distanza fisica e le attese causano modificazioni tanto decisive quanto poco conosciute.

Oggi sperimento un dolore che polverizza la linearità ordinata delle ore di festa. L’aria si contrae. Respiro male. Mi si stringe il cuore.

Succede così ogni volta che il pensiero, per mantenere la valenza di legame, deve opporsi alla constatazione del fatto che non sei qua.

Sono nel mezzo della recitazione. Frantumo a mani nude la montagna di quarzo. Voluminosa incombenza dell’ovvio. 

Al cessare del lavoro delle mani sulla pietra, in ogni caso, non sarei per niente guarito. Tutt’altro!


Tag:

Categoria:

soggetti incauti
U.F.O

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.