sonno ‘non-rem’

16 Maggio 2019 1 Commento

Si sogna anche quando non si ricorda di averlo fatto. Dunque ci sono i sogni e i ricordi dei sogni.

I ricordi dei sogni si raccontano e sono argomenti di conversazione di poesia di previsione e pentimento.

Gli altri sono la vita del pensiero ingenuo: che vuole trovare le ragioni del giorno nel tepore scuro di un risveglio senza scuse.

Lo so bene in giorni come questi nei quali svegliarsi è tutt’uno con il voler dimenticare ogni traccia della notte per volgermi a te: nella consapevolezza ridente della mia fortuna


Tag:

Categoria:

inutilità della forza in psicoterapia
il 'resto' non si sa che sia

1 commento

  • Franca says:

    consapevolezza ridente’/’la gaia scienza’

    gaia/ridente -terra- che genera divinità: prima Chaos, poi Gaia, dopo…! Eros. Privata dell’amplesso crea, generatrice, montagne, mare e Urano (il cielo). E Urano ci porta via tutto per insegnare ad ogni cellula del corpo mortale che si deve (ci si deve) perdere per poter trovare e cercare non serve. Mai.
    ‘consapevolezza -scienza-‘ dei trovatori la lingua usata in altro modo, linguaggio altro/canzone-canto-poesia/metafisica dell’amore (le donne, i cavalier, l’arme, gli amori) Orlando era Furioso!
    Ah, le parole… che delizia, che nettare, che Fortuna.

    ‘fortuna’/la Ruota della Fortuna

    Alternanza/mutazione/Il Tempo
    ciò che è stato; che più non è; ciò che dovrà essere.
    Una cosa forse resta: accettazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.