regolare i conti con la mia precedente viltà

22 Marzo 2020 1 Commento

in foto

l’anima dell’artista

(collezione privata)


Traversato quello che c’era da traversare dico che in realtà ho voluto sempre e soltanto incontrare te su ogni confine. È fatto di fluttuanti chiarori il quadro del mondo (davanti) ai miei occhi.

Un pensiero diventa reale a patto che si riesca a ‘confessarlo’. Allora la creatività può essere di molti. È un’arte povera rendere evidenti certe cose dell’anima. Saper mettere insieme Realtà e Verità.

Gli artisti non si servono di camuffamenti. Sono acrobati. Sempre in anticipo. Avvertono cose per le quali il tempo non è ancora venuto. Sanno quando è il momento buono di fidarsi.

Nei sogni sono quelli che si lanciano nel vuoto: come angeli. Con la certezza di un amore che afferrerà con sicurezza le loro mani. E li salverà.

In questo momento sono silenziosi. La loro povera anima puoi immaginarla una scala nel buio. Ho cercato di disegnarla. Per restar loro accanto. Chiunque essi siano. 


Tag:

Categoria:

t’amo anch’io
la gioia d’essere sé

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.