radio londra

9 Febbraio 2011 Lascia il tuo commento

mercoledì, 9 febbraio 2011

https://claudiobadii.altervista.org/wp-content/uploads/2011/02/radiolondra.jpg

Radio londra

L’albero e la terrazza sono luoghi di avvistamenti -non per vedere lontano- semmai per scegliere chi mangiarsi con gli occhi. Ci sono fili tesi tra i rami e il ferro torto della balaustra. Sui fili: lenzuola! Al vento il bianco è la resistenza. Messaggi in codice.

L’amore è Radio Londra. Le donne e gli uomini fatti di coraggio. Le menti scrupolose – appassionate – a trovare le rondini – il messaggio – il codice – la bandiera del tempo – la scritta -la formula della resistenza. La frase attesa.

La letteratura – il chiarimento del sapere scientifico – l’arte del libro? Radio Londra. Tutti. Terrazze – seni in codice – comandi al desiderio – segni univoci. Arrivano agognati – colpiscono chi sapeva, di già, d’essere scelto. Che arrossisce prima dello sguardo. Al pensiero!

Terrazze e melograni, se deve essere festa. Ultimo ‘primoamore’ sul passo carrabile. Davanti casa mia, in pendenza leggera. Posso stare sospeso – non cadere. Il sogno mi ha messo in grado d’un volo verticale. Padronanza dell’aria.

Dunque, difficile, oggi, niente! Neanche dire in tre parole la leggerezza. Non ho mai avuto meglio di ‘oggi’. Oggi -dunque- mi servirò di te per sapere. Finché resti vicina – farò sfoggio d’un pronome plurale. Noi.

Ai sorrisi ‘svelati’ una ‘finta’ sorpresa. Sapevo già! Sono capace e, dunque, metto in scena! Anche il sospetto della tua contrarietà. Non ti offende il gesto della trascuratezza indolente – in fondo si tratta di arrivare. La bianca nuvola della resistenza è al vento.

Radio Londra trasmette un filo inarrestabile di frasi. E’ l’Ulisse di Joyce – macché è poesia di guerra. Manda gente a gridare. Autorizza il conseguimento. Si sono sprecate pagine inutili. Tutto, quasi, avveniva in silenzio. Anche i passi sotto le bombe.

Mi servo di questo per resistere, lo ammetto. Per resistere bene. La scrittura è un balcone solido. Ha i ferri torti che tengono: – me, da questo lato – e – dal lato di fronte, l’albero: un melograno. Le corde -per il bucato- sono tiranti di un paracadute.

Radio Londra è pensare e leggere e scrivere in questi tempi difficili. Le frasi da rilegare insieme -per ricostruire la mente, confusa e spaventata, di tutti. Tutti noi. Si poteva ‘immaginare’? Non pareva evidente. Scrivo “Questi tempi difficili parlano di noi”

L’amore di Pirandello cominciò, e finì, tra un ramo e un balcone. Poi lui divenne pazzo -pare. Io, al contrario, oggi, ho visto due cuori nella neve. Tra me e me- mi son detto: la premessa al pensiero. E lei l’ha già pensato. Per questo vado dicendo di amarla.


barbie
politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.