perché di un nome

7 Dicembre 2019 Lascia il tuo commento

Take me Home – Tom Waits (*)

Ci sono giorni che ti dicono “si….”. E da quei puntini di sospensione, nella loro voce, perché i giorni hanno ciascuno la propria voce, in quella ‘i’ così perentoria, capisci che è si a tutto. È un annuncio di nascita. Una precipitosa profezia di felicità. Fosse una figlia, oggi, il suo nome sarebbe ‘alba’. A ricordarmi il colore dell’aria che procede piano sopra di me mentre ti penso.

(*)(You’ve got to take me home
You silly girl
Put your arms around me
You’ve got to take me home
You silly girl
All the world’s not round without you

I’m so sorry
That I broke your heart
Please don’t leave my side
Oh take me home
You silly girl
‘Cause I’m still in love with you.
..)

chiedere e volere di fronte al banco del bar traboccante di cioccolata
precisazioni in relazione a vedere e immaginare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.