outsider

22 Aprile 2020 Lascia il tuo commento

nella foto

la cima Coppi (in lontananza)

(collezione privata)


Non chiedermi di aspettare. Vieni quando vuoi. Se vuoi. Vado verso la luce definitiva.
“Mia agile aquila”- dici: e mi ci fai sentire. Strano perché io avevo in mente giusto una falena. Vieni allora. Vieni sul ciglio dei tornanti verso la cima. Se ci sei tu correrò questo corsa come in una magica insonnia. La vita ha i suoi gran premi. Proprio uguale all’amore coi suoi aspetti peculiari. Io ho vinto te. Un Everest che mi si è offerto. In cima senza sforzo grazie ad un capovolgimento della sorte. Sbucherò dalla nebbia inaspettatamente solo. Per colmo di fortuna, dopo una accurata ristrutturazione delle sale interne, il bar adiacente la volata del traguardo, ha riaperto i battenti.


il signor nessuno e la musica
inshallah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.