oro bianco e catrame

17 Gennaio 2021 1 Commento

foto

l’attesa

(Polaroid)

 


Resto. Senza conoscere bene alcuna lingua straniera. Impossibilitato a seguirti dove andrai. Resto. Avrai sempre la sicurezza di questo amore non finito. Che non so, o non voglio, tessere troppo stretto addosso a te che sarebbe una camicia manicomiale. Resto. Sul marciapiede d’oro bianco. Sulla strada nera di asfalto fuso. Vedi due mozziconi. L’attesa è guardare il tempo dal suo interno. Quando tutto diventa niente. Gli occhi due pagliuzze infuocate. Da stamattina il tuo nome. Fino a domani i secondi addosso come pioggia e sudore.


Tag:

Categoria:

sottozero
grammatica

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.