non per moralisti

16 Giugno 2020 Lascia il tuo commento

foto

monte di Venere

(collezione privata)


Scrivere è una voglia che mi prese subito. E di te mi prese voglia come dello scrivere. Dovetti fare le necessarie differenze. Perché tu tornavi da me ben altrimenti di come le parole del testo risalivano le vie della vista. E così, per la forza differente tra te e le cose, da allora non scrivo che di te. Ma, se tu mi aumenti il bisogno di scrivere, la scrittura non mi leva la voglia di te. Come si dice: il rimedio è peggiore del male. Male d’amore è senza rimedio. Tu non imbronciarti. Dovresti aver capito che scrivere e innamorarsi non fanno al caso dei moralisti. 


aforisma con futile precisazione
uno tra gli ‘imperdonabili’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.