noi e gli altri

14 Agosto 2021 Lascia il tuo commento

foto

Terza Persona. Femminile. Singolare”

(Pronomi)

 


L’inchiostro caramellato della piazza suona di passi di due 
tipi tanto impetuosi e aggraziati da rivelare come sia che nessuna rivoluzione ha natura occasionale al proprio nascere.

 

Non voglio dire che il caso non esiste, ma che la biologia del pensiero soggettivo, generatrice come è di fantasie previsionali a causa della sua struttura sinaptica, si scontra con l’imprevidenza di avvenimenti che non sa adeguare a cose isolate e disconnesse.

 

È cosi che i passi nel mare smisurato di inchiostro d’uno smisurato nero gotico lasciano nascere adesso in me l’idea che la mia esistenza sia l’hangar spazioso dove ballo con te.

 

L’attribuzione di una qualità occasionale degli incontri, che alcuni pretendono, esclude ogni presa in carico soggettiva delle cose che irresponsabilmente vengono private di profondità.

 

Immagino che cotesti altri confondano l’ombra con il dramma, diversamente da come mi succede di non essere più riuscito a distrarmi da te.


Tag:

Categoria:

quasi non ascoltare più
non doverti mai dire ‘non posso’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.