Newton innamorato

6 Settembre 2020 Lascia il tuo commento

foto

l’astronave

(collezione privata)


L’amore per te mi fa apparire ‘ingiustificata’ la nostra distanza. Così, seppur infinitamente piccino al confronto del mondo, uno si sente un punto di gravità, un essere che è ‘attratto’. Uno addirittura ‘importante’ (così gravoso) nella sua insignificante significanza.


Insomma eccomi, massa intrusiva di pianeta e satellite freddo se non mi vuoi. O energetico sole quando dici mio amato vieni.


L’amore è giurisprudenza e astrofisica che misurano assieme, su una scala di gradevolezze, il campo gravitazionale in cui mi muovo. Acquieta l’agitazione in orbite prescritte da un’etica newtoniana.

 

Ho poche cose di più./

In mente./

L’essere attuale./

L’essere appena stato./

E il domani./

Se ancora chiami.


Tag:

Categoria:

esclamativi
primitivo precipitare della materia nella forma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.