mai più – 5

4 Dicembre 2019 1 Commento

(ricevo e pubblico)

“Ho esposto questi fiori sul davanzale della vecchia villa, umili agli occhi dei passanti odorosi agli astanti.

Da te il fango in cui sono germogliati, diventato hummus al sole dell’intelligenza.

Nostri i semi di una ricerca. Io li annaffio con amore perchè mi ricordano te…”

(g.m.)


Tag:

Categoria:

rilevanze statistiche, maestria, fiato non più trattenuto
regali di Natale

1 commento

  • C says:

    La prima parola ‘maipiù’, esplosione o propulsione, il tempo i mesi e gli anni, i giorni per i decenni. Come quella storia in cui dio viene smascherato: dopo ci si può innamorare, la morte non si confonde più alla vita, i giorni della settimana prendono il nome dei mesi dell’anno e “Dovessi morire tra 7 giorni, saranno 7 mesi quelli vissuti insieme nella penombra della stessa stanza”.
    E poi non si muore.
    I momenti e i movimenti esponenziali: non più aggiunta somma o accumulo.

    Concludendo… bere con te il primo caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.