Lo spargimento del rosso

30 Aprile 2017 Lascia il tuo commento

Con la valigia arriva dislocata come da non si sa dove a un capanno colorato sulla spiaggia vestita di rosso, due caffè in mente a accelerare i pensieri non un caso che nel mondo nuovo si fossero incrementati i test di empatia alla ricerca di un umanità definibile – finalmente! – senza dubbi: senza fronzoli è il Logos scientista che vuole la donna sulla veranda di assi di legno e la sabbia a colmare le fessure? Cosa ha in mente? Il programma di lei sopravanza quello della solitudine fatale del ragazzo?

Saremo infine uguali nei dubbi appena sbarcati dall’astronave sulla polvere lunare? Avremo una macchina sofisticata che restituirà i risultati come oracoli, è oramai quasi certo!

Avremo fedeltà impreviste: inserti lisci sul granito che riflettono scampoli d’amore: affetti dell’intelligenza deposti sulla ragnatela empatica e molleggiata tra creatività e bugia, non sappiamo in anticipo mai niente: di definitivo, se lei porta un amore estenuante o furtivo, quello sì, si potrà forse anche intuire, a partire dal punto di rosso del suo vestito, ma poi l’umanità si riprende il sopravvento: il tempo esatto di lei con lui  non si potrà mai sapere: la durata si annida nella danza dei suoi fianchi che agitano la gonna accesa: nel fenomeno caotico di spargimento del rosso nell’aria attorno

 


Tag: , ,

Categoria:

Invidia segno di parziale umanità
L’emozione per la comprensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.