le due mani del pittore

15 Aprile 2020 Lascia il tuo commento

nella foto

galleria d’arte preistorica

(collezione privata)

Il frutto della notte sono comunque mille cose pensate. Non dormire è un sogno ad occhi aperti nel buio. Che non ti va di luce. Non serve. Pensieri senza illuminazione da fuori. Ma è coscienza immobile. È la mano del pittore, sono le due mani del pittore, che esplorano il nero dove le forme non ci sono più svanite insieme allo svanire di ogni intenzione consapevole. E tira su dall’inchiostro, ne ha interi oceani, figlioli la cui natura è di semidei. Metà linee forti e metà candore.


Tag:

Categoria:

da fuori a dentro
soggetti incauti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.