l’assoluto non esiste: e ti amo a modo mio

6 Luglio 2020 Lascia il tuo commento

foto

obbligo di verità

(abitudini estive)

 


È facile la verità: per ogni verso. Dalla parte bella del foglio dove stanno i disegni e i nomi delle cose che aspettavi. Ed è facile anche dall’altro verso, quello meno bello, dove i nomi sono sbiaditi e i disegni non sono ancora compiuti. Quel versante della verità dice che c’è un tempo che è andato via che forse si confonde con il tempo che non è ancora venuto. Non si sa. Ma la verità è bella in se stessa. Perché non possiamo che risiedere laddove siamo noi. Quella è la verità. In fondo quando dico il mio ‘dieci’ voglio solo dire la misura numerica dell’idea di ‘abbastanza’. Che credo sia uguale al tuo ‘nove’. Anzi, per come sei fatta, forse quel nove vale più del dieci di cui credevo di potermi vantare. Ce n’è abbastanza d’amore tra noi. Amore o come diavolo si chiami. Ce ne inventiamo abbastanza di diavolerie, per farci reciprocamente felici. Amare implica di capire che l’assoluto non esiste. 


perché una barba incólta non vada sprecata nel suo significato
torna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.