l’altrui ‘sentire’

15 Marzo 2020 Lascia il tuo commento

Il turno di guardia del medico rianimatore”

(racconto breve)

Vorrei dirti che solo dopo pochi giorni già sento il silenzio che arriva. In questa muta separazione non si sa cosa ci sia. C’è la vita, mi suggerisco, per quel che significa questa enorme parola. E l’amore: che resta incomprensibile a chi non ha capito che è l’altro significato della parola precedente. Vorrei farti sentire che il silenzio qui in corsia di notte taglia a metà l’anima intera. E so che se non lo senti anche tu, il coltello del silenzio che taglia il tempo in prima e dopo, io non potrò spiegartelo. Tutto quello che sapevo è più chiaro. Nel silenzio certe verità sono innegabili. Il silenzio di cui parlo è il tempo vuoto di promesse. Che un virus strappa via. Come io stesso strappai via a qualcuno. Senza capire. Mentre pareva di essere in salute.”


guardando fuori il deserto dei giorni
assai chiaro il pensiero di noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.