la nascita di Dio

4 Ottobre 2021 1 Commento

A Dio furono concesse da Dio buona costituzione, misurata figura, ma natura irritabile. E poiché alla Sua nascita il mondo chiassosamente volle festeggiare Lui disperse quel clamore nel silenzio come si versa l’acqua d’una borraccia nel deserto.

 

In modo simile, con opposta intenzione, il mio amore si prodiga a farmi felice pieno di lei cosicché poi non debba umiliarmi in chiassose implorazioni e in giustificazioni gratuite.

 

Oggi mi s’è fatta addosso con divina disattenzione e i suoi fianchi frusciavano ruotando come un corpo celeste e non esagero se affermo che si è innalzato un mondo intero da questa parte del nostro letto matrimoniale davvero striminzito.

 

Dio ha esalato l’ultimo respiro.

 

Niente più.


insieme
conseguenze della disparità di genere

1 commento

  • Fabio says:

    E perché i miei baci non vengano rubati dal vento, spazio e dal tempo, dal cielo di dei e nuvole mutevoli, dall’alternarsi di maree crescenti e nuvole calanti:
    sulla tua pelle dalla mia pelle si devono posare, senza mediazione di elementi.
    Sulle tue labbra mosse dal sorriso, sulla tua curva deliziosa fra collo e spalla, sul tuo cuore vivo di battiti e di caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.