la lettera che mi sarebbe piaciuto scriverti

3 Febbraio 2020 Lascia il tuo commento

Fosti la camicia nuova che frusciava al gomito la prima volta che ti indossai e, come un tessuto pulito e profumato da dovermici un poco abituare, sei stata la prima in molte altre cose. 

Di tutte sarai l’ultima.

Perché a forza di stare abbracciati il mio corpo è trasmigrato nel tuo. Di me resta quello che vedi quando vieni a sincerarti se ho conservato l’allegria che mi avevi regalato.

E se sono ancora composto di accoglienza.


Tag:

Categoria:

arsa viva
rimedi per la cefalea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.