la gente e le case

9 Aprile 2021 1 Commento

Mi era sembrato che ci fossero tante cose da fare. Poi venisti tu. E il pensiero di te da allora è l’attuazione d’una quiete e il compiersi d’una inermità che mi prende tutto il tempo. E sempre e soltanto mi dico non c’è altro che lei. E dietro la tua ombra il mondo svanisce con la gente e le case. E non so se potrà più tornare com’era. E, comunque, va bene così!


tutto quanto ci è dato sapere
Sidereus Nuncius

1 commento

  • ac says:

    Trovarsi arrampicati su una colonna per l’irrigidimento di un dissenzo…..ma, pero’, io, volevo…mani che una dietro l’altra ti tirano sempre piu’ su’ e ci si ritrova soli lassu’ in alto…e ora? batte il cuore, escono lacrime, termodinamica di un’emozione, amore, grazia, tempo, mani per disarrampicarsi. Sapete…faceva freddo lassu’. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.