insieme

9 Ottobre 2021 2 Commenti

Che 12 è uguale a 12 vuol dire che 12-12 è uguale a zero. In questo senso l’uguale è un punto di commutazione nel quale si gioca il destino dell’identità e riconoscibilità di una misura. La matematica è molto odiata non perché sia difficile ma perché sa misurare la peculiarità delle singole differenze. In un mondo in cui le differenze vogliono essere annullate o confuse in false uguaglianze niente è più osteggiato.

Dal dato che tu sei uguale a me risulta “Senza te io sono niente”.

Si veda qui come anche l’amore e la sua sottrazione abbiano implicazioni matematiche e risultino in qualche modo non estranei all’immaginazione del numero dei componenti un infinito, e all’eccitazione erotica causata dalla scurità delle infinite forme d’un nonnulla.


Categoria:

l’amante nella tundra
la nascita di Dio

2 commenti

  • Gm says:

    Le uguaglianze sono equazioni nelle variabili del vuoto delle assenze.
    I matematici sono persone oneste, ne garantiscono con prudenza la soluzione.
    La fisica non ha ancora trovato il nulla…
    Una ricerca, fosse anche lunga una vita, è possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.