e però

23 Marzo 2021 Lascia il tuo commento

Ho casa nella radura e mai una pulce che si sia annidata nei lenzuoli. Hai voglia a spiccioli nelle tasche! E -sissignora!!- ci sono briciole sulla tavola sparse come semi nel campo a segnalare che, dentro, la giornata è pane raffermo e caffè.

 

Fuori, la danza dei furetti, le talpe nelle miniere di patate, la sfilata della volpe e la recitazione  della fame -inscenata da un lupo in calore insieme svenevole e osceno- insomma tutte le consuete recitazioni da Actor’s Studio faunistico, fanno, della mia vita da asceta, un’esperienza cinematografica, una psichedelìca cerimonia da Oscar e un incessante frastuono teatrale che vanifica la pretesa del silenzio caratteristica presunta d’ogni ritiro penitenziale.

 

Tanto vale che io torni al nostro silenzioso amore con le pulci addosso e la tavola quotidianamente imbandita e il rumore di fondo indistinto di te che resti unica ragione e cinema e premio da abbracciare dormendo all’addiaccio tra cespugli di sogni ed il cielo notturno coronato di spine stellari.

 

Io ritorno.
Epperò.
Non andare più via.


Tag:

Categoria:

bordello
al cuore della casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.