dove siamo stati ieri

30 Novembre 2020 1 Commento

foto

tra lacrime e rivoluzione

(collezione privata)

 


Il mare/

le barche/

erano d’acqua e legno/

le lacrime necessarie/

ieri/

precipitava la pioggia/

sulla testa nera di persone spente/

sai quella maggioranza/

che ha l’attitudine al giudizio/

che si oppone alla certezza del galleggiamento/

 

Figurati/

che era per noi/

che siamo bastimenti nel Mar Cinese Meridionale/

e dislochiamo tonnellate/

e offriamo ventri forti all’oceano/

e non siamo mai piatti/

 

Mica zattere siamo/

siamo narrazioni fruscianti/

il viso rivolto alla parte nera della terra/

e in fondo alle fosse oceaniche/

accogliamo i singoli messaggi di luce/

che non rimandiamo mai su/

 

E ieri/

in qualche modo/

tenevamo per noi l’umanità residua/

quello che siamo/

 

E fotografavo staccionate e barche/

da regalarti/

niente con niente/

per farmi perdonare/

di non saper fare di meglio…


Tag:

Categoria:

suture
conseguenze dell’amore benevolente

1 commento

  • l says:

    Se solo tu capissi dove sono
    Le cose che io tocco
    E che cosa è salire una vetta
    Dopo anni di lutto
    Che i nostri attivismi
    Sono solo
    Alla fine
    Pensieri efficaci
    Efficaci noi
    Che sempre alla forma
    Preferiamo il volume
    Ecco che allora capisci
    Il mio sguardo oggi
    Il mio corpo tutto
    Quello che ha visto
    Quello che aspetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.