dislocazione di un ‘centro’

4 Settembre 2020 Lascia il tuo commento

Il paradiso, non più luogo, si costituisce come esito delle sue differenti e imprevedibili metamorfosi.

 

La voce variabile. La luce alla porta. Le impronte distratte. L’avorio dei muri. Le tele graffiate. Certe accessorie geometrie.

 

Il paradiso è un’addizione dei tuoi gesti buoni. L’illusione d’esserti caro. La mia riconoscenza per il tuo amore eccentrico.


Tag:

Categoria:

primitivo precipitare della materia nella forma
azioni che limitano il vuoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.