cross dalla trequarti di campo

25 Febbraio 2011 Lascia il tuo commento

venerdì, 25 febbraio 2011

https://claudiobadii.altervista.org/wp-content/uploads/2011/02/rosso2.jpg

cross dalla trequarti di campo

Certo vorrà giocare ignorando tutto quello che si frappone. Un rapporto con la realtà delle cose straordinariamente moderno. Ha una realtà fisica di pensiero che usa perfettamente le cose – fogli matite le sue mani delicate. Usa me. Una bacchetta magica.

Poche righe molto estese. Arresta la mano appena prima di finire con la matita sul piano della scrivania. Io mi faccio quasi niente nello spazio che rimane tra il taglio della carta e l’incisione della linea nera.

Ha suggerito la ricerca assoluta di una migliore comprensione. Stando insieme. La festa delle ore intere. La realtà materiale le cose concrete i fogli i corpi abbracciati. La realtà del pudore ruota il viso prende i baci di lato ‘fa’ la grazia dei segni sul foglio.

La natura dei fiori che copia, gli elementi di casa – tavoli sedie scrivanie cuscini. Fogli e matite. Abbracci al mio corpo di legno inadeguato alla delicatezza. Il suo corpo che volteggia composto e ‘fa’ la danza del gioco e del grido. Io lento, accorto.

Volta appena il viso per prendere i baci di lato. Una rotazione improvvisa – così il bacio le arriva come un cross dalla trequarti di campo.  Io rido per nascondere la felicità che capisco il pensiero. E’ pudore e sapere. Che è presto per fare amore dei baci.

Io posso capire il (suo) pensiero come realtà fisica astratta non materiale. Amarla. Ho la certezza che l’astrazione – che chiamo comprensione del (suo) pensiero – non è irrealtà di una non-esistenza. E’ una azione dell’intelligenza alle prese con la meraviglia.

Certamente troverò anch’io – ignorando tutto quello che si frappone – un rapporto con la realtà delle cose straordinariamente moderna. Idee estese. Quasi – nulla evanescenti nello spazio tra il taglio della carta e l’incisione della linea scura delle parole.


quello che vorresti sapere di me
ciò, di cui non si può parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.