blasfemia d’amore

13 Marzo 2020 Lascia il tuo commento

Non chiedermi di abituarmi a questo pesante isolamento. È un chiodo nel palmo della mano la mia intolleranza. Vitalità il mio fastidio. Amore per te la bestemmia contro dio. Fotografo i muri e le scale. Come un pazzo, a vedermi dalle case di fronte. Gioco con effetti speciali e trasformo il ‘niente’ in templi e universi. Mi fingo creatore io stesso mentre bestemmio la mia impotenza. Per ora salvano i corpi dalla morte. Non tengono il bilancio delle anime che già non sono più.


Tag:

Categoria:

coprifuoco
ciascuna parte è simbolo dell’altra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.