Amori a distanza

19 Giugno 2017 Lascia il tuo commento

La ragazza spinge la carrozzina. È assorta sul figlio che ondeggia nel drappo della coperta. La relazione tra donna e bambino non si svolge su un volume di corpo solido, lungo nette linee di confine epidermico, ma in un’aria traversata dalle vibrazioni di fibre di un invisibile epitelio ciliato. L’amore a distanza, si sarà sperimentato, è respiro luce e voce, senza carezze. In più i neonati sono privi di rappresentazioni consapevoli di sé (e del mondo) a se stessi. Si può immaginare quindi che il pensiero del bambino, durante la passeggiata di stamani, consista in un costante misurare quelle variazioni di prossimità tra lui e la madre.

 


Tag: ,

Categoria: ,

Inconscio Mare Calmo
I soldi buoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.