noi dopo l’inevitabile comprensione

23 Marzo 2016 Lascia il tuo commento

Golconda è un dipinto di René Magritte, eseguito nel 1953 e conservato nella Menil Collection di Houston.

“Golconda” René Magritte (1953)

“If the dream is a translation of waking life, waking life is also a translation of the dream.” (r.magritte)

All’apice dell’intelligenza il falso artistico irriconoscibile. Per le vie frettolosi androidi di grande umanità.

Una ragazza ha una versione di sé nella valigia piccola. Un’episodio isolato di passione sessuale ha falsificato la felicità.

Prepara un resoconto esatto. Simulerà bugie. Il conteggio dei grani di sabbia. La successione degli istanti.

L’intelligenza è ancorata saldamente. È un faro in mezzo al mare. Non se n’è stabilito mai il valore.

Artificiale è il falso artistico. Bellezza di murales picassiani. Facciate di Duchamp. In strada marmi di Fidia.

L’aria ne è ingentilita. Le tramontane odorano di arancia. Uso del rigore stilistico contro l’inverno.

Le copie fedeli dei capolavori smentiranno l’irripetibile. L’intelligenza non è genio. Solo dedizione senza umiliazione. Si capirà.

Per queste strade la ragazza porta una inaspettata versione di sé nella valigia piccola.

Un’episodio isolato di passione sessuale ha falsificato la felicità. Che non è più disperatamente irripetibile.

Frequenti gli incontri imprevisti. L’amore impossibile alla portata di tutti. I passanti sonnambuli impavidi.

La vita sola intera. In tic molteplici. In mugolìi. Nel tendere le braccia reclinando il viso.

<Chi ama di più> sarà la domanda in voga. I rematori automatici solcheranno il fiume. Più volte in un giorno.

Io sarò coi passanti lungo l’argine. In viso i tic primordiali. Ai piedi scarpe nuove. Migranti sonnambuli.

La coscienza vigila su ogni movimento.
Negli abbracci perde la volontà. Per questo ho scritto ‘sonnambuli’.

Voglio raccontarti un sogno. Era un calcolo a memoria. Il conteggio dei grani di sabbia del mio deserto.

<Moltiplicano sommessamente, i sonnambuli, l’amore fino ad ora con quello che verrà.>

Esercitano a mente la matematica per non precipitare. Volano sulla città. Come le figurine di Magritte siamo anche Noi.


il principio del piacere causa di mediocrita' estetica
irreversibili prese di posizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.