mirra e coriandolo

15 Marzo 2011 Lascia il tuo commento

mirra e coriandolo

“Sono piume queste nel pensiero? Sono dita di mirra e coriandolo, comunque non tragedie.”

Non hai mai seminato esplosivo trai fiori e hai zolfo nelle mani. Nel samovar ci sono le cose che hai ascoltato, ci sono io filtrato al gelsomino. Ci sono anche la comprensione e complementi di universo,  le eclissi ripetute, il mio esame di ammissione, un giudice che finge la sufficienza. Nel teatro di comprensione siamo tracce dei nomi amati. Sul foglio linee della scrittura. Nell’astrazione della vita mentale siamo il pensiero verbale

La linea è la terra bruciata. L’immagine e’ il confine.


l'entità del pensiero
angelo incustodito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.