il nulla che non finisce più di soffiare

8 Aprile 2022 1 Commento

…un aviatore speleologo è un drago rabdomante una chimera una creatura anfibia di aria e terra che dal cielo affonda fino alla falda sotterranea dove quelli ancora vivi sono tutto un grattarsi ossessivo le croste della sete e uno stringersi addosso la morte prossima come una coperta che è diventata preferibile al nulla che da quaranta giorni non ha mai smesso di soffiare radente i campi e le case…


il doloroso divorzio d’un fisico teorico. 
di fronte al tuo amore per le opere di Anselm Kiefer(*)

1 commento

  • anonimo says:

    Solo con la vita ci si oppone sempre, sempre, anche ai muri di niente. Fosse pure per la strada attraversata di notte per dire di una non immobilità, fosse pure per il parlare un’ora intera contro il mutismo armato che ci si fa addosso.
    Ranbdomanti e speleogi, con gli occhi spalancati, tra grotte fatte di un niente che trasuda di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.