compagni di banco

1 Luglio 2022 Lascia il tuo commento

Una flotta che avanzava si apposta e il tempo non è più un punto che rotola avanti. È l’avanzata del convoglio di quelle navi e sono spilli caduti addosso e pensieri involontari proibiti.

 

È il futuro là da sempre, il passato che viene, il presente boreale, il nord di domani. E le ore di scirocco nei giorni meridionali.

 

Poi ci si perde.

 

Ti Amo sono coordinate per risolvere il disorientamento. L’amore ha una struttura posizionale. A navigare il tempo solo l’amore conta.

 

Il tempo senza amore è cupo irrequieto e molesto. È un somaro prepotente che si agita nel banco. E parla, parla, ma non sa contare!


Tag:

Categoria:

nel bel mezzo del giorno
il ‘sensibile’ le carezze e lo spreco evolutivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.