Accanimento dei timonieri

4 Ottobre 2016 Lascia il tuo commento

Si accaniscono, i timonieri, chiedendo ossessivamente cos’è la coscienza. Le barche girano attorno al capo di buona speranza e sembrano farcela: ma è un’illusione perché la coscienza naufraga inseguendo se stessa.

Si vedono gusci oscillanti solcare l’oceano. Il mare d’acqua è materia e l’oceano d’aria è energia. Galleggia galleggia si va, ma a babordo l’onda dell’atto di avere coscienza di sé si impenna e la barca sparisce.

Dove si toccano energia e materia è curva di orizzonte marino: in qualsiasi istante lungo quella linea le giovani chiglie possono svaporare in aeree trasparenze.

Io sono diventato formica. Ora appartengo a questo popolo di frontiera. Camminiamo in processione. Svolgiamo il lavoro dividendo la fatica complessiva in frammenti sostenibili.

Relitti di domande improprie vengono smontati in frammenti. Una singola formica è il granello di sabbia di una clessidra che esercita sulle cose l’azione del tempo.

Ci vogliono anni per capire. Decenni per curare un pensiero malato. Le formiche suggeriscono che la coscienza non ha nessuna possibilità di autorizzarsi da sé.

L’origine materiale della vita mentale è una foglia lucente. La coscienza è una farfalla stralunata di leggerezza appena deposto il peso dell’inchiesta sulla propria natura. Che è di non riuscire a sostenersi coi suoi soli mezzi.

Allora la coscienza si spegne. Si getta nel fuoco. Quando rinuncia alla propria sostenibilità ultima il pensiero se la riprende. La vita mentale assorbe l’ombra del gabbiano nella schiuma dell’elica della nave.

Dove si toccano biologia e pensiero è la curva di orizzonte tra sonno e veglia: in qualsiasi istante lungo quella linea la veglia e il sogno si alternano svaporando.

In trasparenze celestiali siamo e restiamo: formiche in fila e processione di gusci di nave oscillanti. Tutto accade lungo la linea che separa scoperte provvisorie in relazione a materia ed energia.


un amore confortevole
un amore oramai troppo giovane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.